Una grande giornata: lo storytelling vincente di Wind

A volte ci sono pubblicità che vanno oltre le singole promozioni e che mirano ad entrare nella storia del proprio brand e nei ricordi di chi ha potuto vederla, facendo provare un piccolo brivido o abbozzare un sorriso mentre le si guarda. Chiamatelo storytelling o come volete, ma quelle sono, personalmente, le pubblicità che più preferisco e, fra queste, da oggi rientrerà “Una grande giornata“, cortometraggio pubblicitario creato da Wind e realizzato con la collaborazione di Ogilvy & Mather Advertising.

Il messaggio è chiaro: ci sono avventure che non possono essere vissute attraverso la tecnologia; la vita vera offre e offrirà sempre esperienze più complete. In poco più di due minuti la Wind mette in scena l’ormai eterna contrapposizione fra vita reale e vita virtuale, fra tecnologia amica che aiuta a vivere e tecnologia che isola, lasciando ovviamente trionfare alla fine soltanto la prima. L’invito rivolto allo spettatore è semplice: stai più vicino alle emozioni vere.
Protagonista del film è un ragazzino sui dodici anni che deve scegliere fra trascorrere un pomeriggio a giocare davanti allo schermo di un device o giocare davvero con i suoi amici del cuore: sceglierà questi ultimi e passerà così una giornata meravigliosa che non avrebbe altrimenti vissuto. Un tema dunque attuale e sempre più al centro di problematiche familiari, che Wind e Ogilvy sono riuscite a trattare in maniera sensibile e attenta, invitando letteralmente i propri clienti a usare la tecnologia con intelligenza e buon senso.

Filmato e firmato da Giuseppe Capotondi, questo secondo “corto” di Wind (mesi fa era uscito il film “Papà”), accompagnato da “Rocket Man” di Elton John, è un inno alla gioia di vivere, all’energia dei giovani e al vero divertimento che tutti, grandi e piccini, dovrebbero riscoprire.

Buzzoole