Com’è strana la vita, quantomeno la mia.
Se fino a qualche giorno fa la paura, l’indecisione e la paura di fallire erano onnipresenti nelle mie giornate, improvvisamente tutto è scomparso. Inspiegabilmente.

Bastava un poco di zucchero…

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=mrDOc7DaBJk]

Com’è strana la vita, quantomeno la mia.
Se fino a qualche giorno fa la paura, l’indecisione e la paura di fallire erano onnipresenti nelle mie giornate, improvvisamente tutto è scomparso. Inspiegabilmente. Da qualche giorno, infatti, vivo con serenità e tranquillità le giornate che mi dividono dalle due sfide che avrò domani e giovedì, forse fin troppa, ma quando si guarda verso il domani con un sorriso tutto sembra più facile e raggiungibile. Lo studio, stranamente, sta andando a gonfie vele e, sebbene abbia rallentato i ritmi nelle ultime ore, spero che sia il test di ingresso di domani che soprattutto statistica giovedì possano concludersi positivamente, anche perché, ora come ora, credo di non essere pronto ad un nuovo fallimento dopo la bocciatura di luglio scorso.

colpa della luna e di 5 stelle

Dopo aver passato qualche giorno stressato e un po’ in ansia per gli esami e per la mia salute psichica qua a Milano, una mattina mi sono svegliato con il piede giusto ed ho iniziato a vivere più tranquillamente questa mia avventura. Per parlarvi degli ultimi giorni ho deciso di fare un gioco che adesso vi dirò: in un minuto di tempo ho scritto su un foglio tutte le parole che mi venivano in mente relative all’ultimo weekend passato a Milano e successivamente ne ho scelte qualcuna da approfondire in questo post. 

10581015_10204626918133709_1383323706_n

CINEMA, COLPA DELLE STELLE: venerdì sera sono andato insieme ad un amico a vedere il film cult del momento, ovvero “Colpa delle Stelle”. Se prima di entrare in sala ridevo allegramente di tutte quelle ragazzine emozionatesi per il finale del film (tranquilli, non spoilero!), una volta uscito ero anche io nelle loro stesse condizioni, scosso per la storia e l’amore travolgente e drammatico vissuto dai due protagonisti. Un bel film, a mio parere, ma soprattutto deve esser stato un bel libro. Da vedere/leggere!

CARREFOUR, MILANOFIORI: uno dei posti che, ne son certo, inizieranno a mancarmi già dalle prossime settimane. Domani infatti, dopo esser tornato in Valdarno, lascerò la CLIO/AUTO a mamma e dovrò tornare a Milano da “semplice pedone”. Sigh!

PD, DIRITTI CIVILI (e DEMOCRATICI), CARROPONTE, SESTO SAN GIOVANNI, NAVIGATORE: ieri pomeriggio ho partecipato alla Festa dell’Unità del PD Città di Milano al Carroponte, un’ex area industriale (presumo!) adibita a luogo per fiere ed eventi e dove attualmente si sta svolgendo la tradizionale festa del Partito Democratico. Il dibattito di ieri pomeriggio era sui Diritti Civili ed era organizzato da “Diritti Democratici“, iscritti al PD e ideatori di un documento sui diritti civili che ha raccolto migliaia di adesioni in tutta Italia (tra cui la mia). Vi chiederete cosa c’entra la parola “navigatore” con tutto il resto? Beh… diciamo che per arrivarci ho dovuto smattare un bel po’ col TomTom visto che questo Carroponte è un po’ come un’Itaca del XXI secolo, ma alla fine sono riuscito ad arrivare (e, soprattutto, a tornare…).

Questo il mio weekend molto in breve. Ho volutamente deciso di non parlare di esami e test di ingresso perché mi riserverò di analizzare questo argomento una volta finita questa Odissea, sperando di giungere sano e salvo alla fine, ma soprattutto vittorioso. Bastava davvero poco per essere più sereno e con lo sguardo ottimista verso il futuro. Insomma… Bastava un poco di zucchero, come cantava Mary Poppins!